Blog: http://laBANDAdelTORCHIO.ilcannocchiale.it

19 Marzo Liberiamo Passanante

Lunedì 19 marzo 2007 
Teatro Palladium ore 21.00
zona Garbatella
Piazza Bartolomeo Romano, 8 - Roma
Ingresso 12 euro
info e prenotazioni: 06.57067761
botteghino dalle 16.00 alle 20.00

LIBERIAMO PASSANNANTE


Giovanni Passannante torna a casa accompagnato da :


GINO PAOLI, ACUSTIMANTICO, ROBERTO ANGELINI, GINO CASTALDO, CARMEN CONSOLI, ALESSANDRO DE FEO, ROCCO DE ROSA, MARIA PIA DE VITO, FRANCESCO DI GIACOMO & RODOLFO MALTESE, ALESSIO LEGA, CANIO LOGUERCIO, MAURO MACARIO, PINO MARINO, SARA MODIGLIANI & SONIA MAURER, RENATO NICOLINI, MASSIMO PASQUINI, ULDERICO PESCE, SANDRO PORTELLI, REMO REMOTTI, ANDREA RIVERA, AMBROGIO SPARAGNA, STEFANO TASSINARI, TÊTES DE BOIS, PAOLA TURCI, « I SALVIANI », 24 ELEMENTI DELLA BANDA MUSICALE DI SAVOIA DI LUCANIA…


Artisti, musicisti, attori, esponenti del mondo della politica e della cultura. Uniti per chiedere la sepoltura di Giovanni Passannante, l'anarchico che ferì a Napoli nel 1878 re Umberto I e i cui resti dal 1936 si trovano esposti nel Museo criminologico di Roma. L'appuntamento è per lunedì 19 marzo, alle ore 20,30, al Teatro Palladium di Roma. Attraverso canzoni, poesie, brani letterari, ciascuno degli ospiti che interverrà alla serata darà un contributo perché Giovanni Passannante possa essere finalmente riportato nella sua terra, in Basilicata, come chiedono molti suoi concittadini e i familiari di Passannante, che saranno presenti all'appuntamento del 19 marzo.

Ma chi era Passanante..
 Abbiamo a lungo esaminato le qualità psichiche dell’imputato e non vi troviamo nulla di anormale. La facoltà di generare le idee è in lui fuori dall’ordinario: le espressioni di cui si serve non sono quelle che la sua condizione sociale comporterebbe: esse sono spesso elevate e poggiano su informazioni di storia. Le sue risposte rivelano una finezza e una forza di pensiero non comuni. Interrogato se si credeva in diritto di far violenza ai sentimenti della maggioranza e di turbarne la tranquillità, ha risposato: la maggioranza che si rassegna è colpevole e la minoranza ha diritto di resisterle. L’associazione delle idee dell’imputato è regolare, rapida. Espone con calma, con piena convinzione, la sua memoria è pronta, tenace. I sentimenti ben sviluppati, quelli altruistici più che quelli egoistici. Ama i genitori, gli amici: di sé e dei suoi bisogni e noncurante. Finalmente, la volontà ferma, parlare chiaro, risoluto che riflette in generale in modo assai fedele il suo pensiero: Fisionomia dolce, persin sorridente; aspetto nella persona energico tali sono le note caratteristiche di Giovanni Passanante: interrogato se approva che si allegasse a sua giustificazione la pazzia, rispose: Non temo la morte; non voglio passare per pazzo; sacrifico volentieri la mia vita ai miei principi
(dalla perizia medica redatta su incarico dei giudici istruttori).

nell'800 chiedeva.. Tribunali.. Scuola.. Ospedali.. Repubblica..
e ASSEGNO DI MATERNITA'  per le donne.....




 

Pubblicato il 16/3/2007 alle 12.58 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web